Il progetto Scuola comune

postato in: Progetti | 0

Per molti decenni la Scuola Manara, in via F.lli Zoia 10, è stata frequentata da generazioni di bambini che hanno vissuto o abitano il quartiere di Quarto Cagnino. Poi è stata chiusa, ma la struttura, di proprietà del Comune di Milano, è ancora in grado di svolgere una funzione sociale se adeguatamente manutenzionata. Oggi è in parte utilizzata per il Centro diurno disabili, mentre il resto della struttura è adibita a accogliere una parte dei siriani in fuga dalla tragedia che sta coinvolgendo il loro Paese. Si tratta, però, di un utilizzo provvisorio. Dapprima un gruppo di Associazioni locali hanno presentato le linee di un progetto dal titolo “Scuola comune” per un utilizzo sociale della struttura attraverso iniziative a favore del quartiere. Poi una delibera della Giunta comunale ha previsto di utilizzare la struttura anche a supporto dell’emergenza abitativa che provoca a Milano un notevole numero di sfratti. Si è quindi aperto un confronto che coinvolge anche il Consiglio di Zona, cui stiamo partecipando attivamente nella prospettiva che il recupero della ex Scuola possa comportare nuove opportunità di lavoro. Per comprendere meglio il punto della discussione alleghiamo qui di seguito 3 documenti:

I) le linee preliminari del Progetto “Scuola comune” predisposto da alcune associazioni impegnate sul territorio di Quarto Cagnino al fine di riutilizzare l’immobile della ex-Scuola con finalità sociali riferite al Territorio.

LEGGI IL PDF

II) La Delibera n° 1592 del 31/7 u.s. con cui la Giunta comunale di Milano destina l’immobile della ex-Scuola di via Zoia 10 ad utilizzi diversi: 1) supportare l’emergenza abitativa dovuta al crescere degli sfratti organizzando l’abitazione per 150 persone (per un periodo di tempo di uno o due anni) 2) finalità sociali, alcune di quelle proposte nel documento di Scuola comune.

LEGGI IL PDF

III) Un documento inviato alla Commissione politiche sociali del Consiglio di Zona 7 da rappresentanti delle Associazioni locali al fine di mettere in evidenza le criticità contenute negli obiettivi della Delibera e una proposta operativa tesa a superarle.

LEGGI IL PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.